Il catamarano

da | Mar 10, 2021 | Racconti di mare | 0 commenti

di Ilaria Izzo –

Catamarano significa letteralmente legni legati assieme. L’origine della parola arriva dalle imbarcazioni utilizzate dai pescatori delle popolazioni del Paravas, nel litorale sud orientale del Tamil in India.

Anche le popolazioni del Pacifico hanno utilizzato fin dai tempi più antichi un tipo di imbarcazione simile chiamata “proa”, Una piroga formata da una canoa a remi con una vela ausiliaria e uno scafo più’ piccolo che funge da bilanciere, un galleggiante per garantire stabilita’. In Europa la conoscenza di questo tipo di imbarcazione trae appunto origine dalla piroga polinesiana o canoa a bilanciere. Le prime “proa” furono riportate nel diario di Antonio Pigafetta nel 1521 alle isole delle Marianne durante la spedizione di Magellano.

Il primo catamarano sportivo risale invece al 1876, progettato da Nathael Herreshoff storico yacht designer e architetto navale. I primi catamarani da crociera arrivano nel 1954 e l’anno successivo il catamarano Alii Kai attraversa il pacifico dalle Hawaii alla California.

La scelta del catamarano é oggi una scelta di comodità’. Nei progetti moderni il catamarano da crociera è una “villa” sul mare. Gli ampi spazi centrali sono occupati dal pozzetto, a poppa, una terrazza sull’acqua che si presta come luogo ideale per pranzare, cenare o semplicemente riposarsi nella zona più’ raccolta e protetta al vento e alle onde. A prua del pozzetto la zona dinette e cucina, le zone della barca più vissute. All’esterno il prendisole è la zona di relax.

La sua struttura lo rende unico per la gestione degli spazi, di solito molto ristretti nei monoscafo; i due scafi sono le parti dove sono disposte le cabine con i servizi e la struttura che li lega e’ composta invece dalla dinette e dalla cucina che sfruttano la luce della sala centrale e gli ampi spazi che la caratterizzano. Oltre gli spazi, quali sono le peculiarità del catamarano da crociera rispetto alla barca a vela? Si possono raggiungere le calette con fondali più’ bassi e avvicinarsi di più alle spiagge, avendo uno scafo con un pescaggio ridotto. Per quanto invece riguarda la navigazione a vela sicuramente il problema è risalire il vento; movimenti più bruschi ed un angolo di bolina limitato. il velista “puro” storce il naso a proposito dei catamarani da crociera ma è indubbio che si tratta di eccezionali barche da lavoro per il charter.

A bordo di un catamarano trovano spazio facilmente tante apparecchiature utili come il dissalatore o il gruppo elettrogeno. Numerosi sono i gavoni (ripostigli) dove riporre attrezzatura da pesca e da immersione subacquea, materassini gonfiabili e giocattoleria ingombrante, valigie e generi alimentari.

Trovare il posto al sole o all’ombra generalmente non è un problema e, particolare non trascurabile, la prua, come la poppa sono zone ampie dove gli ospiti spesso si ritrovano in base all’età e alle esigenze diverse: leggere un libro o ascoltare musica. Il catamarano all’ancora non “rolla” (movimento laterale a pendolo), ma in navigazione ha un andamento sull’onda meno morbido del monoscafo.

Manovrare un catamarano in spazi ristretti, in manovra nei porti è sicuramente più semplice grazie ai due motori con eliche molto distanti tra loro che garantiscono un ampia leva in evoluzione una volta che il pilota ci ha fatto la mano.

Di solito chi si limita a una o due settimane in crociera all’anno, quando prova un catamarano non torna indietro, soprattutto gli equipaggi numerosi o meno nautici. Giustamente ognuno di noi ha i suoi gusti e le sue esigenze e, aspetto non secondario, il costo medio di un catamarano è più alto rispetto alla vela tradizionale. Vero anche che l’evoluzione dei monoscafo da crociera va in direzione di progetti di barche sempre più larghe e spaziose al punto di rivaleggiare con dignità ai canoni di comfort dei catamarani da crociera.

 

LASCIATI ISPIRARE

Azimut 76 Golden Eagle

Azimut 76 Golden Eagle

Una grande barca a motore l'Azimut 76 Golden Eagle. E' un quattro cabine che ospita comodamente 10 persone a bordo. Lunghezza scafo 23.35 m. Lo yacht è molto comodo anche per un equipaggio esigente. Il meglio per una vacanza in famiglia, con amici o per riunioni di...

Lagoon 46

Lagoon 46

Lagoon 46, ecco il presente del catamarano come stile di vita in barca. Al timone il Lagoon 46 è docile e si sente l'arretramento del piano velico verso poppa perché ha la tendenza ad orzare. La sensazione è ottima, anche perché tutto si trova sul fly e la postazione...

CINZIA – LAGOON 450

CINZIA – LAGOON 450

Il Cinzia. è un catamarano molto versatile che saprà soddisfare anche le tue esigenze. La scelta del catamarano é oggi una scelta di comodità’. Nei progetti moderni il catamarano da crociera rappresenta una rivoluzione nel charter nautico e le compagnie armatrici...

Laurent Giles 55 Ketch

Laurent Giles 55 Ketch

Uno yacht unico, progettato da Laurent Giles, costruito in alluminio 0,9 mm dal venerato cantiere Royal Huisman in Olanda, terminato nel Regno Unito da AH Moody & Son. Ampiamente ristrutturato e modernizzato. Martanne-E é dotata di gruppo elettrogeno 6 kw,...

America – Lagoon 500

America – Lagoon 500

Il Lagoon 500 è un catamarano ideale per le crociere grazie anche alla velocità che lo rende molto versatile. Con una lunghezza di 15,54 m per 8,52 m di larghezza, presenta ambienti aperti e spazi abitativi interni molto ampi. Agli ospiti sono riservate 5 cabine con...

Atrevida

Atrevida

Atrevida é un Ocean Star 56.1 del 2006 con 4 cabine doppie tutte con bagno privato e alloggio per skipper e eventuale hostess separati e indipendenti. Si tratta di una imbarcazione dotata di tutti gli impianti che le consentono un alto standard qualitativo di comfort,...

“La vera pace di Dio comincia in qualunque luogo che sia mille miglia distante dalla terra più vicina”

ITINERARI CONSIGLIATI

Spagna
Baleari

Italia
Eolie

Grecia
Cicladi

Italia
Ponziane

Francia
Corsica

Italia
Sardegna

VIVILA COME VUOI. VIVILA CON NOI.