Giornata del Mare: sull’app della Guardia Costiera nuova funzione “avvistamenti”

da | Apr 12, 2021 | Racconti di mare | 0 commenti

Istituita dal decreto legislativo 3 novembre 2017, n. 229 di Revisione ed integrazione del Codice della nautica da diporto, l’11 aprile ricorre la “giornata del mare e della cultura marinara”, che vede anche la Guardia Costiera impegnata nell’obiettivo di promuovere e sviluppare presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado la cultura del mare intesa come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico, sostenendo la promozione di iniziative volte a diffonderne la conoscenza, nella consapevolezza che la scuola rappresenti il miglior veicolo per educare i giovani anche in tale ambito. Proteggere il mare e preservare il suo inestimabile patrimonio ambientale, sociale e culturale a beneficio delle nuove generazioni: fedele alla sua missione istituzionale, la Guardia costiera rinnova l’ormai consolidata collaborazione con il Ministero dell’Istruzione con un nuovo protocollo d’intesa che il Ministro Patrizio Bianchi e il Comandante Generale, l’Ammiraglio Giovanni Pettorino hanno siglato lo scorso 9 aprile a Roma.

La capitaneria, in soldoni, punta alla creazione dei “nuovi cittadini del mare. Che noi abbiamo chiamato “New Seatizen“.

Lo scopo è sensibilizzare le giovani e i giovani, attraverso “attività e momenti di confronto, e sviluppare il concetto di ‘cittadinanza del mare e rendere le studentesse e gli studenti cittadini attivi del mare, ovvero tutori della sua conservazione e della sua cultura”, come si legge sul sito di Isprambiente. . Così gli Ambasciatori di ricerca, conoscenza, ambiente (ARCA), in collaborazione con le più importanti istituzioni italiane, come il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), l’Istituto di Ricerca sulle Acque, l’Università di Bari Aldo Moro, la Jonian Dolphin Conservation, l’ARPA Puglia (monitoraggio e la tutela ambientale), l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Un appuntamento annuale

Un appuntamento annuale che ha il patrocinio del Ministero per la Transizione Ecologica e l’interesse del Ministero della Salute, MUR (Ministero della Università e Ricerca) e ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca).
“ISPRA e il SNPA portano avanti da molti anni un sistema a rete di monitoraggio dei mari italiani, ISPRA in particolare – ha affermato Stefano Laporta, Presidente ISPRA – collabora con altri enti ed istituti di ricerca europei per la tutela del bacino Mediterraneo, convinti che il mare sia una risorsa fondamentale dal punto di vista ambientale ed anche di sviluppo economico, elemento centrale per la ripartenza del nostro Paese e di tutti quelli che hanno la fortuna di vivere accanto a questa imprescindibile risorsa”.

LASCIATI ISPIRARE

PASSERELLA IN BAMBOO

PASSERELLA IN BAMBOO

di Shakti D’Intinosante  -  Un nuovo progetto naturale per vivere ancor meglio la barca in sinergia con il mare e con la  natura. “La creatività è contagiosa. Trasmettila” A.Einstein” Vi racconto un “viaggio” fatto di creatività e capacità di evasione, dove la...

GLI ULTIMI APPRODI INCONTAMINATI

GLI ULTIMI APPRODI INCONTAMINATI

Il Mediterraneo dispone di un’abbondanza di coste incontaminate che, col passare del tempo, stanno diminuendo a vista d'occhio. Una varietà e una diversità orografica semplicemente ineguagliabile che deve essere protetta e ben mantenuta. In questo affascinante...

La scuola naviga verso il futuro

La scuola naviga verso il futuro

Ambiente, legalità e mondo del lavoro: Ministero dell’Istruzione e Guardia Costiera firmano un Protocollo d’intesa per valorizzare tra i giovani la cultura del mare Il mare è una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. Un...

“La vera pace di Dio comincia in qualunque luogo che sia mille miglia distante dalla terra più vicina”

ITINERARI CONSIGLIATI

Spagna
Baleari

Italia
Eolie

Grecia
Cicladi

Italia
Ponziane

Francia
Corsica

Italia
Sardegna

VIVILA COME VUOI. VIVILA CON NOI.